Fisco Idee&Consigli Prodotti

Smart lighting a risparmio energetico per creare atmosfera

Intento principale dell’articolo che segue è quello di illustrare al lettore come scegliere al meglio l’illuminazione per la propria abitazione. Inoltre vi spiegheremo come lo Smart Lighting a risparmio energetico si presti a fornire un’ottima soluzione green ed economica.

L’illuminazione è fondamentale per creare atmosfera e rendere più o meno personale e accogliente uno spazio. Quindi risulta immediatamente chiara l’importanza della scelta dei singoli pezzi da posizionare a muro (applique) o a soffitto.  

Tuttavia prima dell’acquisto, segnaliamo che è bene tenere in considerazione non solo i costi dei prodotti in sè, ma anche il tipo di alimentazione di cui si servono (a led o alogena) e i costi che questa comporterà. Inoltre è importante valutare anche la posizione dell’ambiente, il mood, lo spazio effettivo a disposizione ecc. In ultimo, ma non meno importante, sono da considerare i costi per la fornitura dell’energia che verranno concordati in fase di stipula di contratto con l’operatore scelto.

Vediamo insieme come selezionare l’illuminazione perfetta per la propria abitazione.

Introduzione alla scelta della luce più adatta al vostro ambiente

Come accennato poco sopra sono innumerevoli i fattori da tenere in considerazione per la scelta della luce più adatta all’ambiente in cui questa va posizionata. Possiamo tuttavia riassumere i criteri principali da rispettare in:

  • proporzionalità in termini di dimensioni
  • proporzionalità in termini di distribuzione della luce nello spazio
  • proporzionalità della temperatura del colore della luce

Vediamoli ora nel dettaglio per capire meglio cosa si intende per ognuno di essi.

Proporzionalità in termini di dimensioni

In primo luogo per “proporzionalità in termini di dimensioni” si intende l’attenzione che va posta sulle dimensioni specifiche dell’oggetto: un lampadario grande in una stanza piccola risulterà ingombrante, inadatto e fuori contesto, mentre, al contrario, un lampadario piccolo in una stanza grande risulterà poco funzionale e altrettanto fuori contesto.

Proporzionalità in termini di distribuzione della luce nello spazio

Specificatamente per “proporzionalità in termini di distribuzione della luce nello spazio” si intende l’attenzione che va posta sul tipo di illuminazione. Possiamo identificare due macro-tipi di illuminazione:

  • diffusa: da preferire in ambienti molto grandi e di uso quotidiano
  • d’accento: da preferire per creare una qualche scenografia che evidenzi un elemento di arredo

In base a questa distinzione è immediatamente chiaro che questo influenza in maniera importante, sia il grado di vivibilità che di accoglienza dell’ambiente.

Proporzionalità della temperatura del colore della luce

In ultimo per “proporzionalità della temperatura del colore della luce” si intende l’attenzione che va posta ai gradi kelvin della luce. La luce infatti, in base ai gradi kelvin, si presenta più o meno calda. Una luce più morbida, quindi più calda, è ottimale per creare un’atmosfera rilassante, inclusiva e accogliente per gli ospiti, mentre una luce più dura (o fredda) si presta meglio ad effetti “energici” e stimolanti. Ad esempio una luce calda potrebbe ben sposarsi in camera da letto, mentre una luce fredda in un ingresso o salotto.

Vediamo ora nello specifico come lo Smart Lighting a risparmio energetico può essere adottato

Lo Smart lighting a risparmio energetico: soluzione green e intelligente

Lo Smart lighting risparmio energetico è un’ottima soluzione che permette di unire pezzi di design a un notevole risparmio energetico (e quindi di risparmiare).

Già dal nome è facilmente intuibile che parliamo di sistemi di illuminazione “Smart”, ossia modulabili in base alle esigenze o preferenze del proprietario. Quindi per risparmiare immediatamente in bolletta sarà sufficiente impostare al minimo, o in modalità “risparmio energetico” (qualora si fosse in possesso di un gateway che comanda un sistema di domotica) tutti i dispositivi. In questo modo non solo si avrà un consumo inferiore in termini di utilizzo (fino a un -40%), ma anche in termini di costi.

Segnaliamo che le luci a LED sono il mezzo migliore per aumentare l’efficienza energetica della propria casa. Basti pensare ad esempio che un faretto ad incasso a LED consuma 5 Watt, a fronte di 25 circa di una classica lampadina alogena.

Va da sè che i sistemi Smart LED sono i migliori in assoluto e, ove possibile, da preferire a qualsiasi altra soluzione. Il costo maggiore iniziale infatti varrà il risparmio futuro garantito.

Seppure non rientrino all’interno Super Bonus 110%, i costi sostenuti per l’acquisto di lampadari nuovi può essere detratto in caso di ristrutturazioni. Tutti i dettagli utili per usufruire della detrazione fiscale sono consultabili sul sito dell’Agenzia delle Entrate a questa pagina.

 



 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.